COMUNE

Capo d’Orlando, Franco Ingrillì candidato sindaco

di

CAPO D'ORLANDO. La fumata bianca è arrivata martedì sera, durante una pizza e dopo diversi incontri. Franco Ingrillì è candidato sindaco di Capo d'Orlando. Affermato imprenditore nel settore della lavorazione degli agrumi, 59 anni, sposato e padre di due figli, Ingrillì è stato consigliere comunale negli anni 90 e ha ricoperto la carica di presidente del consiglio durante il terzo mandato Sindoni, dal 2006 al 2011.

Ingrillì, fondatore della lista Movimento per Capo d'Orlando, ha incassato l'appoggio di quasi tutta la maggioranza che sostiene l'amministrazione Sindoni. Quasi tutta, perché il vicesindaco Aldo Sergio Leggio ha manifestato in più occasioni il proprio dissenso riguardo questa scelta e, con ogni probabilità, non sarà candidato alle elezioni amministrative di primavera anche se è confermata la presenza della sua lista di riferimento, Città Futura. Al vice sindaco, ma pare anche al presidente del consiglio comunale uscente Gianfranco Timpanaro, non piace soprattutto la mancanza di una netta presa di posizione circa la continuità con l'amministrazione uscente. Infatti Ingrillì, che ufficializzerà la sua candidatura subito dopo Natale, pare intenzionato ad allargare la coalizione che attualmente appoggia l'amministrazione Sindoni e per questo il neo candidato sindaco sta lavorando alla composizione di una sua lista ma anche ad alleanze con settori che in passato sono stati politicamente lontani rispetto a Sindoni.

Nelle elezioni di primavera, Ingrillì si confronterà con Salvatore Librizzi, candidato sindaco già 5 anni fa e che può contare sullo zoccolo duro di 4 consiglieri uscenti (Gaetano Sanfilippo, Giuseppe Trusso, Alessio Micale e Gaetano Gemmillaro) e del gruppo di Paese Parallelo. Ai nastri di partenza dovrebbe esserci anche Annalisa Germanà, fresca fuoriuscita dalla maggioranza che sta cercando accordi e alleanze. In campo, con ogni probabilità, anche un candidato del Movimento 5 Stelle (da poco si è costituito anche a Capo d'Orlando un Meetup) e un rappresentante dei Coraggiosi, gruppo di riferimento dell'ex deputato regionale Fabrizio Ferrandelli, dimessosi dall'Ars in aperto contrasto con il governo del presidente Crocetta. Proprio da quest'ultimo schieramento potrebbe emergere il nome di Iole Nicolai.
Nel consiglio comunale di martedì, intanto, Gianfranco Velardi, primo dei non eletti della Lista Orlandina, ha preso il posto del dimissionario Giuseppe Micale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X