BASKET

La Betaland, si spera in un girone di ritorno migliore

di

CAPO D'ORLANDO. Se nella calza della Befana magari già stamane i tifosi della Betaland non troveranno i regali richiesti alla società, le speranze di un girone di ritorno di serie A diametralmente opposto alla deludente andata sono destinate ad affievolirsi.

Infatti, l' ultima posizione solitaria con la miseria di 8 punti, 6 dei quali conquistati nelle prime 4 giornate, cui sono seguiti 10 ko su 11, di cui 6 in casa come accaduto solo nella serie C1 1995-1996, è un' amara ma meritata realtà dopo l' exploit di Torino a Pesaro, anche se in almeno 5 occasioni i biancoazzurri, pur con tutti i limiti tecnici e di roster, hanno regalato su un vassoio i due punti all'avversario di turno.

Il cambio di allenatore con l'addio a Griccioli che da tempo chiedeva rinforzi, e la soluzione interna con il vice Di Carlo, non poteva da sola cambiare il volto ad una squadra che ci mette tanta volontà ma che nelle difficoltà si smarrisce non avendo in organico chi sappia togliere le castagne dal fuoco.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X