BASKET

Capo d'Orlando-Venezia, resurrezione per la Betaland

CAPO D'ORLANDO. L'Umana esce sconfitta da Capo d'Orlando, una sconfitta che fa male per i lagunari, soprattutto in ottica play-off. Peraltro l'avvio del match, faceva pensare ad un altro epilogo, con Recalcati che dallo starting five Goss, Bramos, Green, Owens e Ress ottiene una partenza lanciata con i suoi che vanno subito sullo 0-3 con la tripla del capitano e con Owens ad imperversare sotto le plance grazie a due liberi ed un canestro da sotto per lo 0-7 che sembra già una sentenza.

I padroni di casa lottano con straordinaria intensità, ma quando tirano non riescono a concludere e subentrano le paure derivanti dall'ultima posizione e dalle 8 sconfitte di fila di cui 7 in casa. Iliesvki accorcia sul 9-13 prima che Goss e Ress con il buon impatto dell'esordiente Savovic scrivano il 9-20 al termine del primo periodo.

Venezia pecca di presunzione e con la scelta di far respirare il trio Goss, Ress e Owens, la seconda frazione è favorevole ai padroni di casa. Il riposo lungo porta consiglio e la Reyer con una delle poche fiammate di Green ed ancora con Savovic che firma 5 punti di fila, vola al vantaggio massimo 23-37 pensando già al viaggio di ritorno con i 2 punti in tasca. Però Stojanovic e Bowers scuotono la Betaland. Il finale è un monologo siciliano grazie a Bowers e Laquintana che firma dalla lunetta i punti del trionfo biancoazzurro e del clamoroso tonfo dell'Umana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X