RIFIUTI

Messinamabiente, operai senza stipendio occupano il Comune

Il comune ha ricevuto i lavoratori promettendo l'accreditamento degli stipendi e spiegando che il disguido è nato per un problema burocratico

MESSINA. I lavoratori di Messinambiente, la società partecipata che si occupa della raccolta rifiuti, hanno occupato il comune e hanno chiuso i cancelli dell'autoparco per protestare contro il mancato accreditamento degli stipendi da parte del comune.

Insieme a loro ci sono anche i sindacati e dalla Fit Cisl arriva un appello all'amministrazione comunale: «Siamo stanchi di lottare contro i muri di gomma» , dicono il segretario generale e provinciale, Manuela Mistretta e Rosaria Perrone.

«Siamo pronti a lottare per far valere i diritti dei lavoratori ormai martoriati da questa situazione che li frustra da troppo tempo. Siamo aperti al dialogo, ma vogliamo mettere un punto definitivo e chiudere il cerchio», aggiungono. Il comune ha ricevuto i lavoratori promettendo l'accreditamento degli stipendi e spiegando che il disguido è nato per un problema burocratico.

Alla Messinambiente attendono il versamento di dicembre. Per gli operatori sociali delle cooperative private gli arretrati risalgono a parecchi mesi.

“Il vicesindaco Guido Signorino – ha affermato la segretaria della Fp Cgil Clara Crocè - ha avanzato l’ipotesi di aspettare il 7 febbraio quando il Comune avrà ottenuto i primi incassi dai tributi comunali, per poter procedere con la liquidazione delle fatture alle cooperative. L'idea ha però ovviamente trovato il “no” secco da parte degli operatori, non più disposti ad attendere, a soffrire per responsabilità altrui e a lavorare senza garanzia di stipendio”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X