AMBIENTE

Elettrodotto a Villafranca Tirrena, "sigilli" a un pilone

di
Il sequestro della struttura che fa parte dell’impianto «Sorgente-Rizziconi» è stato effettuato dagli uomini del Corpo Forestale su disposizione del magistrato

MESSINA. La Polizia giudiziaria del Corpo forestale dello Stato, su decreto del giudice per le indagini preliminari, ha posto sotto sequestro il pilone numero 45, nel comune di Villafranca Tirrena-Villaggio Serro, dell’elettrodotto «Sorgente-Rizziconi» ed è il secondo in poco meno di un anno.

A comunicarlo è stato il portavoce delle associazioni «I cittadini», «Mediterranea per la natura» e «Salviamo il paesaggio», Franco Scaltrito, il quale precisa che “il provvedimento è giunto a conclusione di una indagine disposta dalla Procura di Messina su segnalazione dell’Ispettorato ripartimentale delle Foreste della città dello stretto di alcune anomalie rilevate, che avevano anche portato l’Ispettorato a chiedere alla Regione Siciliana la modifica del Piano per l’Assetto Idrogeologico”.

La segnalazione dell’ispettorato è stato poi seguita da altri esposti, tra i quali quello dell’«Associazione Mediterranea per la Natura Onlus». Secondo i rappresentanti delle tre associazioni, “il provvedimento è un’ottima premessa per il processo relativo al pilone 40 presso il Tribunale di Messina che avrà inizio il prossimo 23 febbraio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X