RIFIUTI

Milazzo, lavoro a rischio per 13 netturbini

di

MILAZZO. Dei 63 operatori ecologici impiegati nel Comune mamertino, solo cinquanta potranno continuare ad operare dopo il 15 febbraio prossimo. Il raggruppamento di imprese Caruter – Multiecoplast, infatti, ha fatto sapere al Comune che si occuperà della raccolta e smaltimento di rifiuti a Milazzo solo fino al 15 febbraio.

L’appalto, per la verità, era scaduto lo scorso 31 gennaio anche se, il sindaco Giovanni Formica ha prorogato l’incarico scaduto per ulteriori 15 giorni tramite ordinanza contingibile ed urgente.

Il rapporto, però, fra ente e raggruppamento sembra sessersi incrinato e le due ditte non hanno accettato il “taglio” di circa 60/70 mila euro al mese imposto dal Comune attraverso una serie di “accorgimenti”, primo tra tutti la mancata raccolta domenicale.
Al di la di quello che accadrà dopo la scadenza ormai sembra certo che su 63 lavoratori ne saranno impiegati circa una cinquantina.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X