LA SENTENZA

Assolto in Cassazione il nonno accusato di abusi sessuali sui nipoti a Messina

di
L’uomo era stato condannato a otto anni, la suprema corte ha disposto un nuovo processo a Reggio

MESSINA. Tutto da rifare nel processo a carico di un nonno accusato di violenza sessuale nei confronti dei nipotini. La Corte di Cassazione ha infatti annullato la sentenza di condanna ad otto anni per l'uomo disponendo il rinvio ai giudici di Reggio Calabria dove si svolgerà un nuovo processo.

Una vicenda complessa tanto che lo stesso Pg aveva chiesto l'annullamento senza rinvio così come l'avvocato Tommaso Autru Ryolo che in una articolata memoria difensiva aveva sostenuto le ragioni del suo assistito chiedendone l'assoluzione. I fatti contestati risalirebbero al 2001 e furono al centro di indagini e di un incidente probatorio. Una brutta storia che sconvolse un'intera famiglia, persone normali, senza particolari problemi.

Sul nonno cadde la pesante accusa di aver toccato nel corpo e nelle parti intime i due nipotini, mentre si trovavano in una stanza un giorno che erano rimasti con lui in casa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X