LA VERTENZA

Taormina, 38 netturbini a rischio licenziamento

di

TAORMINA. È «scontro» a Taormina tra l’amministrazione comunale retta dal sindaco Eligio Giardina e la Messinambiente. Il commissario della società partecipata, Giovanni Calabrò, ha annunciato l’avvio dei licenziamenti, al momento sono 38.

Il motivo è la fine dell’ordinanza sindacale di Giardina del 31 dicembre scorso con scadenza il prossimo 31 marzo. Secondo quanto spiegato da Calabrò la Messinambiente ha avviato le procedure di licenziamenti individuali plurimi per giustificato motivo oggettivo per tutto il personale impiegato allo svolgimento dei servizi di igiene ambientale al Comune di Taormina. «Tale atto – si legge nella nota del liquidatore Calabrò – si è reso dovuto poiché a tutt’oggi la Messinambiente non ha ricevuto alcuna comunicazione riguardo un’eventuale proroga del servizio o possibile affidamento a terzi».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X