BASKET

L’Orlandina superata soltanto a 2” dalla fine

di

CAPO D'ORLANDO. Incredibile epilogo al PalaRadi: dopo una gara condotta praticamente dall’inizio alla fine, la Betaland Capo d’Orlando cede il passo alla Vanoli Cremona, che con due secondi sul cronometro mette il naso avanti per la prima volta nel match grazie ad un canestro incredibile del neoacquisto Markel Starks, che manda Cremona in paradiso con un jumper da dietro al tabellone.

Per l’Orlandina una gara solida e giocata in maniera tranquilla su di un campo difficile e contro una squadra attrezzata, ma il rammarico per aver buttato un’ottima occasione per ipotecare la salvezza è tanto.

Avvio stentato per i padroni di casa, che patiscono l’assenza del capitano e leader Vitali e la partenza dalla panchina di Cusin, limitato da una contusione alla gamba rimediata venerdì.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X