INDAGINI

Giovane ucciso a Messina, si cerca il luogo della sparatoria

di

MESSINA. L’ipotesi di un regolamento di conti finito nel sangue prende sempre più corpo nelle indagini sull’omicidio di Giuseppe De Francesco, il ventenne di Camaro San Paolo ucciso con due colpi di pistola. I proiettili lo hanno raggiunto alla gamba e nella parte bassa della schiena, vicino al fianco.

Sabato mattina il giovane era arrivato al Pronto soccorso del «Piemonte» in condizioni gravissime da qui la morte. Le indagini dei carabinieri non si sono fermate. Interrogati i genitori, i parenti, gli amici della vittima e alcuni testimoni; raccolti elementi per cercare di chiarire le numerose zone d’ombra dell’omicidio, a partire dal luogo esatto in cui è avvenuto l’agguato.

Le ricerche degli investigatori dell’Arma si concentrano nella parte alta di viale Europa ed in particolare nella strada più nota del rione di Camaro, la zona è stata individuata, ma ancora manca il punto esatto, finora infatti non sono stati rinvenuti proiettili o individuate tracce di sangue. I carabinieri stanno visionando i filmati di tutte le telecamere istallate nell’area, alla ricerca di indizi, per ricostruire quanto accaduto e ricostruire le sue ultime ore di vita, soprattutto chi avesse incontrato sabato mattina. La sensazione, non confermata, è che presto gli investigatori possano giungere ad una svolta decisiva.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X