INCHIESTA

"Una famiglia occupa la mia casa", la denuncia a Sant'Agata

di

SANT'AGATA. «Da oltre un mese una famiglia di rumeni occupa la mia abitazione». Questo l'amaro sfogo, misto ad indignazione del santagatese Giuseppe Micalizzi, proprietario dopo il riscatto di un alloggio di edilizia popolare situato al primo piano rialzato di una palazzina in via Enna numero 11, angolo via Duca D'Aosta, a pochi passi dal centro cittadino.

La vicenda ha destato scalpore e preoccupazione nella cittadina, che si trova per la prima volta a fronteggiare una problematica tipica delle grandi metropoli, nelle quali gli sgomberi di abusivi, non soltanto di stranieri, rappresentano una realtà ormai tristemente diffusa, aggravata sempre più spesso dalla presenza di minori.

Approfittando dell'assenza momentanea per motivi di lavoro del legittimo titolare, il quale gestisce un'agenzia di scommesse, gli stranieri senza fissa dimora con al seguito un minore, forzando la persiana di un balcone laterale, ricavato un varco d'accesso, si sono introdotti nell'immobile ed abusivamente hanno assunto il possesso.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X