L'INIZIATIVA

Capo d'Orlando, nei banconi il pesce a "chilometro zero"

di

CAPO D'ORLANDO. Si contano ormai i giorni a che diventi operativo «il mercato del pesce a chilometro». La struttura che sorge a pochi metri dal porto di San Gregorio, i cui lavori di completamento dovrebbero finire nella primavera del prossimo anno, è già pronta ma manca del collaudo. Incombenza amministrativa che sarà effettuata dai funzionari del Dipartimento Pesca della Regione Sicilianatra poche settimane.

Lo ha reso noto Piero Forte, presidente dell’Anapi Pesca Sicilia, l’associazione dei piccoli imprenditori della pesca, che proprio oggi sarà a Palermo per sollecitare l’arrivo a Capo d’Orlando dei funzionari della Regione Sicilia. Con il collaudo della struttura, il mercato entra ufficialmente in funzione. La sua realizzazione è stata possibile grazie all’intervento del «Gac Costa Nebrodi» che l’ha finanziato. Nell’organismo la città paladina partecipa insieme ai comuni di Sant’Agata di Militello, Torrenova, Brolo, Tusa, Motta d’Affermo, Naso, Acquedolci, Reitano, Santo Stefano di Camastra e Caronia. Con il mercato del pesce a chilometro zero, si avrà dunque la certezza della freschezza del prodotto ittico poiché proverrà dalle barche delle cooperative che confluiscono nel porto di Capo d’Orlando e che ormeggeranno a meno di cento metri dall’area mercatale.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X