STRAGE DI CAPACI

Attentato ad Antoci, il capo della polizia nell'aula bunker: mafia ancora violenta

PALERMO. "La mafia non ha mai abbandonato questa terra e nemmeno il resto del territorio nazionale. Questi fenomeni non devono essere trattati in maniera localistica". Lo ha detto il capo della polizia, Franco Gabrielli, a Palermo per commemorare la morte di Giovanni Falcone e della scorta nell'aula bunker del carcere Ucciardone.

"Oggi il tema della criminalità organizzata è internazionale - ha proseguito - Chi aveva pensato che la mafia avesse assunto i caratteri solo della pervasività finanziaria si deve ricredere perché i fatti dei Nebrodi ci riportano alla violenza, la militarizzazione del territorio, la prevaricazione, l'arroganza. Colgo l'occasione per ringraziare i colleghi della polizia che hanno dimostrato grande coraggio evitando conseguenze peggiori".

Il corteo per Giuseppe Antoci: le immagini da Sant'Agata di Militello - Foto

Grato agli uomini della scorta che gli hanno salvato la vita, Antoci ha sentito e ringraziato in capo della Polizia Franco Gabrielli. Il presidente del Parco continua a pensare a quei terribili momenti, agli spari contro la sua auto blindata e ritiene che per le modalità adottate, quell'agguato "può essere stato ideato solo dai vertici della mafia, che hanno commesso un grave errore: lo Stato ora sarà più incisivo nei loro confronti e non ci abbandonerà. Mi ha chiamato anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi per dirmi che sarà con me per combattere questa battaglia contro la criminalità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X