IL CASO

Botte in una scuola dei Nebrodi, il legale delle maestre: "Nessuna prova contro di loro"

di

SANT'AGATA DI MILITELLO. Ha richiamato l’attenzione della stragrande maggioranza dei media nazionali la terribile vicenda portata alla luce dalla Polizia di Sant’Agata Militello in una scuola dei Nebrodi.

Fari puntati sulle immagini di una maestra di 57 anni, residente a Santo Stefano Camastra (sospesa per un anno dalla Procura di Patti) che picchia alcuni bambini durante le ore di lezione.  Agli atti, vi sono 4 casi documentati, anche se si parla di un ulteriore episodio nella quale sarebbe coinvolta una delle altre due insegnati sospese per sei mesi nella stessa indagine. Per queste ultime, comunque, il provvedimento, al momento è motivato dal silenzio che entrambe avrebbero mantenuto su quanto accadeva in classe tra i bambini di 6, 7 ed 8 anni (si tratta di una multiclasse di suola primaria). Una quarta persona, assistente scolastica, è invece solo indagata anche lei per aver taciuto.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI MESSINA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X