"Costringevano commerciante a pagare il pizzo", tre arresti a Patti - Foto

di

MESSINA. Sono stati intercettati e arrestati i due complici estorsori di un commerciante di Patti. Si tratta di Giuseppe Gentile, di 35 anni e Giovanni Nicosia, di 19 anni. Lo scorso 19 luglio era stato arrestato Tindaro Coppolina dopo un’attività intercettazioni ed appostamenti grazie alla quale i poliziotti hanno preso l’estorsore mentre chiedeva il pagamento dell’ennesima rata del pizzo. Il commerciante da un anno era costretto a versare diverse migliaia di euro.

Ulteriori indagini hanno infatti permesso di ricostruire ogni singolo episodio estorsivo. Gli agenti hanno esaminato le immagini video e hanno effettuato  riscontri sull’attività telefonica tra i tre estorsori. Gentile Giuseppe spesso sostituiva Tindaro, presentandosi alla vittima per il ritiro della somma estorta, il  più giovane, faceva da accompagnatore.

Questa mattina è avvenuta l’esecuzione dell’ordinanza di misura cautelare, emessa dal Gip Andrea La Spada, su richiesta del sostituto procuratore Luca Melis, con la quale i due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X