L'ACCORDO

Finanza derivata, approvata a Messina transazione tra il Comune e la Bnl

MESSINA. Approvata dal Consiglio Comunale di Messina una transazione tra il Comune e l'istituto bancario Bnl in merito ai contratti di finanza derivata.

L'atto pone fine a ogni controversia giudiziaria tra l'Ente e la banca.

Il Comune aveva sottoscritto nel 2003 un primo derivato (Interest Rate Swap) con Bnl, soggetto a successive rimodulazioni, fino al 2007.

Nel 2009 il Comune aveva sospeso i pagamenti e nel 2011 i contratti erano stati annullati in autotutela.

Si era quindi aperta una complessa controversia giudiziaria che oggi trova conclusione.

«Siamo molto soddisfatti di questo risultato», commenta l'Assessore allo Sviluppo Economico, Guido Signorino, «viene annullato ogni danno finanziario per la città e si ottiene un beneficio immediato di oltre 3 milioni di euro sul piano di riequilibrio finanziario del Comune».

Resta in piedi la controversia con l'istituto bancario Dexia che nel 2007 aveva predisposto gli ultimi swap sottoscritti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X