COMMERCIO

Crisi a Milazzo, negozianti in fuga dal centro storico

di

MILAZZO. Sono stati quasi una ventina i negozianti che nell’anno appena trascorso hanno depositato le loro licenze al Comune e cessato definitivamente la loro attività. E, secondo quanto dicono gli stessi rappresentanti di categoria, non è finita qui. C’è, infatti, chi ancora lotta per rialzare ogni mattina la saracinesca del suo negozio, nonostante a fine giornata i conti non risultano sempre positivi.

A far morire il centro storico mamertino e le attività commerciali sicuramente è stata la nascita dei centri commerciali ubicati in periferia che, oltre a raggruppare diverse tipologie di attività, presentano articoli a prezzi più accessibili; stanno aperti per tutta la giornata comprese le festività, forniscono agli utenti adeguati parcheggi e creano attrattive per tenere impegnati i bambini in ampi spazi a loro destinati.

Così, nel giro di qualche anno, sia nell’isola pedonale di via Medici quanto nella centralissima piazza Caio Duilio ma anche nelle vie limitrofe al centro storico (via Umberto Primo, via XX Settembre, via Cavour, via Massimiliano Regis) numerose attività hanno chiuso le loro attività.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X