IL CASO

Patti, trovati altri due randagi uccisi con il veleno

di

PATTI. Nuova morìa di randagi a Patti. Negli ultimi giorni sono stati trovati senza vita una cagnetta di due anni peraltro incinta e un gatto. Mentre un altro cane, di colore nero, Gigi è stato salvato da Marina, una agente di polizia, che lo ha portato immediatamente dal veterinario. L’animale avrebbe ingerito del veleno simile a quello usato per i topi, ma per fortuna, il suo corpo non lo aveva assimilato.

Il salvataggio è avvenuto a Tindari, proprio vicino al Teatro greco a due passi del celebre santuario della Madonna Bruna. Inoltre, si deve al pronto intervento dei ragazzi dell’associazione culturale «Tindari», o presieduta da Daniele Giddio, che hanno avvertito le forze dell’ordine e la polizia municipale.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X