CUMIA SUPERIORE

Messina, avvelenati quattro cani randagi: due sono stati salvati

di

MESSINA. Poteva essere peggiore il bilancio dell'azione crudele compiuta ai danni di quattro cani liberi, avvelenati ieri a Cumia Superiore. I soccorsi prestati dai volontari della Lega nazionale per la difesa del cane, chiamati sul posto dagli agenti della Sezione al benessere e tutela degli animali della Polizia municipale, ha permesso di salvare due dei quattro cani avvelenati dalla mano di sconosciuti, ai quali la presenza delle povere bestie evidentemente stava scomoda.

Le carcasse degli animali deceduti sono in viaggio per Palermo. Sarà il centro studi della facoltà di veterinaria dell’Università palermitana a dover stabilire le cause esatte della morte, risalendo al tipo di veleno utilizzato per ucciderli. Intanto i due cani che sono scampati alla tragica fine, regolarmente microchippati e pertanto di proprietà del Comune, dopo le cure prestate sono stati rimessi nel territorio e verranno costantemente controllati dai volontari della Lega del cane.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X