ANCI

Un "G7" delle città del Sud, la proposta del sindaco di Messina

anci, città, sud, Messina, Politica
Renato Accorinti

MESSINA. Promuovere il riscatto del Mezzogiorno, partendo dal mercato del lavoro e viabilità, con il contributo di idee e proposte delle sue 7 città metropolitane, vale a dire Napoli, Bari, Cagliari, Reggio Calabria, Messina, Catania e Palermo. Questa la proposta lanciata ieri a margine di un Ufficio Direttivo dell’Anci dal sindaco di Messina Renato Accorinti.

«Non vogliamo fare nessuna questua e non chiediamo soldi a pioggia», ha premesso il primo cittadino siciliano. «C'è un’ Europa a due velocità, ma addirittura l’Italia di velocità ne ha tre - ha aggiunto - per questo vogliamo preparare una piattaforma organica dal basso, da sottoporre poi all’Anci prima e al governo poi. Sono tanti i settori su cui mettere mano: su tutti i trasporti, non a caso le linee ferroviarie del Mezzogiorno sono le peggiori dell’Europa. Quindi - ha detto ancora Accoriniti - bisogna invertire questo stato di cose e allineare finalmente il Sud alle altre regioni del Centro-Nord».

Secondo il sindaco di Messina, il 22 aprile al primo incontro delle città metropolitane del Sud parteciperanno tra gli altri anche il ministro per il Sud e per la Coesione Sociale, Claudio De Vincenti, e il delegato Anci alle città metropolitane e sindaco di Firenze, Dario Nardella.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X