OSPEDALI

Al Piemonte di Messina un solo addetto al triage: lunghe attese al pronto soccorso

di

MESSINA. Negli ospedali quando arrivano le feste, la coperta diventa ancora più corta. La carenza di personale nei centri di emergenza, nei giorni rossi solitamente preferiti da medici e paramedici per mettersi in ferie, prendere i riposi compensativi e in generale assentarsi dal servizio, fa aumentare le criticità a discapito della salute dell’utenza e del funzionamento del servizio sanitario.

Al triage del pronto soccorso dell’ospedale Piemonte alla vigilia di Pasqua il servizio di triage, ossia di prima accoglienza del paziente in emergenza, è gestito solo da un funzionario che deve di compilare la scheda di accettazione della persona che necessita di cure, rispondere ai telefoni per le chiamate esterne e i trasferimenti interni, compilare le schede di uscita di chi è già stato visitato, curare i contatti con i medici e il personale del 118, inviare i pazienti da visitare negli ambulatori, contattare i medici di turno.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X