COMUNE

Hotspot, il sindaco di Messina chiamato a riferire in Consiglio

di

MESSINA. Non si placano le polemiche sulla questione hotspot a Messina. È tempo che il sindaco Renato Accorinti, ponga fine ai dubbi e si presenti in aula per riferire con chiarezza al consiglio comunale quali siano realmente gli intendimenti del governo Gentiloni e la posizione assunta dall’amministrazione comunale.

A chiederlo è la consigliera capogruppo di area popolare, Daniela Faranda con formale richiesta sottoscritta ed appoggiata in maniera trasversale da altri consiglieri.

“Riteniamo urgente e improrogabile - si legge nella proposta inviata per conoscenza anche al prefetto di Messina - rappresentare al governo le istanze dei cittadini che ritengono inopportuna la scelta ricadente su Messina considerate le condizioni socio economiche del territorio e i rischi connessi alla sicurezza della struttura prescelta, l’ex caserma Bisconte nel villaggio di Catarratti, individuata come base logistica per accogliere 2800 migranti. Una scelta che laddove venisse perseguita andrebbe a creare forti tensioni sociali”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X