COMUNE

Messinambiente, a rischio 107 posti di lavoro

di

MESSINA. A palazzo Zanca si accendono le discussioni sulla pianta organica di Messinambiente da trasferire alla nuova società. L’esistenza di due elenchi, relativi al personale che si prepara a transitare alla neonata “Messina servizi Bene comune”, rappresenterebbe la nuova pietra dello scandalo scoperta dal consigliere comunale dell'Udc Libero Gioveni, il quale insospettito dalla presenza di due liste allegate al verbale della seduta del consiglio di amministrazione della Srr area metropolitana, ha inviato una interrogazione urgente al sindaco Renato Accorinti e agli assessori all’igiene cittadina, Daniele Ialacqua e alle società partecipate Vincenzo Cuzzola.

I due elenchi distinti, classificano il personale di Messinambiente tra i dipendenti assunti prima del 31 dicembre 2009, per un totale di 640 unità, che ai sensi della legge regionale 9/2010 avrebbero diritto all’assunzione nella SSr, mentre quelli assunti dopo questa data per un totale di 107 dipendenti, inseriti a seguito di una sentenza emessa dal Tribunale di Messina, non rientrerebbero nelle previsioni della medesima legge regionale.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X