INCENDI

Scoppia un altro rogo sui Nebrodi, evacuate le frazioni di Malò e Cagnanò

di

MESSINA. Di nuovo fiamme nel comune di Naso, nella frazione Caria Ferro, dove sono andati in fumo circa 10 ettari di macchia mediterranea ed uliveti. A distanza di quarantotto ore, tanto è durata la tregua dai devastanti incendi nella zona, un nuovo focolaio si è sviluppato in una vallata di Naso confinante con Capo d’Orlando.

Ieri pomeriggio intorno alle 15 il rogo è divampato all’improvviso e ha iniziato inesorabilmente a propagarsi riducendo in cenere la vegetazione, alberi di ulivo e colture e lambendo un’abitazione, anche in questo caso si ipotizza la matrice dolosa, come per i precedenti innescatisi dapprima in località Tre Archi, che poi, sospinte dal forte vento di scirocco, hanno rapidamente risalito il costone giungendo sino alla popolosa frazione di Malò, nella quale risiedono circa 400 persone, coinvolgendo anche la località Cagnanò ed altre zone periferiche, tanto da rendere necessaria l’evacuazione dei residenti.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X