TRIBUNALE

«Voleva che Ruby si prostituisse», condannata una donna a Messina

di

MESSINA. Sette anni per Ester Fragata, due anni per Goffredo Sturniolo. È questa la sentenza di primo grado del processo che vedeva come parte offesa Ruby rubacuori ovvero Karima El Mharoug diventata famosa per le sue frequentazioni ad Arcore.

Il processo riguardava una vicenda accaduta anni prima, nel 2009 quando ancora le feste milanesi erano lontane. Dopo essere andata via da Letojanni, la ragazza si fermò per qualche tempo a Messina. Il Tribunale, Prima sezione penale, (Presidente Silvana Mangano, giudici Luciano D’Agostino, Letteria Silipigni) ha condannato Ester Fragata, titolare di un centro di benessere, alla pena di 7 anni ed a 20 mila euro di multa, era accusata di induzione alla prostituzione. Secondo l’accusa aveva dato ospitalità a Ruby nel suo centro estetico invitandola a massaggi “particolari” ai clienti. La ragazza oppose un rifiuto fuggendo dal centro estetico.

Condanna a 2 anni con il beneficio della pena sospesa, per Goffredo Sturniolo un giovane avvocato che aveva conosciuto Ruby in quel periodo messinese e che avrebbe tentato degli approcci sessuali con la ragazza nel bagno del centro estetico, su un’auto, in una discoteca ed in un’abitazione. Per Sturniolo, che è stato difeso dagli avvocati Nicola Giacobbe e Tommaso Autru Ryolo i giudici hanno riconosciuto l’ipotesi meno grave.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook