Da Antonello Venditti a Roberto Cavalli, l'estate dei vip alle isole Eolie

LIPARI.  Giornalmente il mare delle Eolie viene solcato da barche di tutti i tipi e dimensioni. Ogni barca ha i suoi padroni fino ad una certa dimensione, poi oltre i 10 metri iniziano a comparire prima gli equipaggi e poi i padroni.

Ultimamente, con maggior frequenza, compaiono all'orizzonte le barche da sogno.

Oltre gli 80 metri con o senza elicottero, con o senza barche di scorta che fanno da appoggio a quelle da 80 metri in su. Super tender nel trasporto di giochi per bambini, attrezzature marine, automobili e moto d'acqua, cucine attrezzatissime per preparare i cibi alla barca padrona e superiore. Le ricchezze del mondo ormai girano via mare intorno alle Eolie. Gli uomini più ricchi buttano l'ancora alla Canna di Filicudi o davanti ai faraglioni o montagne delle pomici di Lipari, accanto alla grotta del cavallo di Vulcano o fuori Basiluzzo, sotto la sciara dello Stromboli o davanti alla casa del postino di Salina per poi accerchiare la lontana isola di Alicudi.

In questo paradiso, "magnati miliardari" americani, arabi, russi, italiani, francesi, tedeschi cullano la loro vacanza. Qui, stilisti come Roberto Cavalli, Giorgio Armani, Dolce&Gabbana, il "Re degli occhiali" Loenardo Del Vecchio, i proprietari dei supermercati americani.... il re dell'energia russa... si creano gli angoli marini propri che non trovano a Montecarlo o in Costa Azzurra o in Costa Smeralda.

Quasi quasi Seredova, ex Buffon, Ennio Doris, fondatore di Mediolanum, Serginho, ex Milan, Maria Grazia Cucinotta, la modella Miriam Ziino che ha sposato un miliardario americano ed a un anno dal suo "matrimonio stellare" è tornata nella sua isola, Ezio Greggio, Antonello Venditti, passano quasi inosservati… Le Eolie sono Eolie. Realtà di una eterna forza turistica dove ricchezza e povertà possono mischiarsi, essere entrambi attori protagonisti a modo proprio e diventare entrambi osservati e osservatori dei propri paradisi.

Samar a Lipari. Davanti alle cave di pomici ha gettato le ancore il mega yacht "Samar", di 77 metri, con tanto di elicottero a bordo, come racconta notiziarioeolie.it. Di fabbricazione inglese. Le  tariffe sono di 650 mila euro a settimana. Può accogliere fino a 12 ospiti nel massimo del comfort e del lusso. Oltre ad un centro benessere, piscina e una sala cinematografica, è presente una grande palestra attrezzata ed una sala per ricevimenti. Un comodo ascensore collega i diversi livelli, giungendo fino alla "terrazza", dov'è presente un eliporto, adatto ad accogliere anche velivoli di grossa taglia.

A bordo Kutayba Yusuf Alghanim del Kuwait, che vanta un fatturato di 2,5 miliardi di dollari e 14 mila dipendenti.

In serata si è ormeggiato a Marina Lunga. A bordo "Nababbi" del Kuwait: Kutayba Yusuf Alghanim, la cui famiglia è proprietaria della "Alghanim Industries, una delle più grandi società della regione del Golfo Persico, prevalentemente in Kuwait. Una multinazionale con operazioni in 40 paesi, con un conglomerato di miliardi di dollari con più di 30 aziende.Ha raccolto ricavi per 2,5 miliardi di dollari. L'impresa che da lavoro a 14 mila dipendenti, ha stabilito fortezze in Medio Oriente, India e Turchia, e si occupa di oltre 300 marchi e agenzie globali. Oltre a "Alghanim Automotive", che è il distributore esclusivo dei veicoli Chevrolet e Cadillac in Kuwait, vi sono: Gulf Trading & Refrigerating, un importante distributore di beni di consumo in rapida evoluzione, le operazioni di Costa Coffee, Kirby Building Systems, specializzato in edilizia, diversi produttori di isolanti, tra cui KIMMCO, Izocam e Rockwool India, E X-cite, la più grande catena elettronica di consumo di Kuwait. Altri interessi includono assicurazioni, petrolio e gas, ingegneria e logistica.

La "squadra" è giunta con yacht d'appoggio per i giochi dei bambini.

Complessivamente una quindicina di persone che con tre taxi (due hanno atteso oltre
un'ora ed il terzo almeno un'ora e mezzo...) si sono trasferiti a Pianoconte al ristorante "Le Macine" di Tina Villanti e Giovanni Cipicchia. Ovviamente i proprietari hanno riservato quasi tutte le attenzioni ai loro prestigiosi ospiti. "E' stata una grande serata" ha commentato il "patron" Giovanni Cipicchia.

Hanno gustato le specialità della cucina isolana: dagli antipasti ai primi piatti più rinomati, al pescato del giorno sia alla griglia che all'eoliana, la pizza ed i dessert, il tutto accompagnato dai vini di "Tenuta Castellaro".

Emiliano e Duilio Cipicchia li hanno deliziati ed alla fine si sono complimentati con lo chef Emiliano con "lauta mancia" il cui importo non è stato reso noto...

Lo stilista Roberto Cavalli ha anticipato tutti i "suoi colleghi". Da Armani a Dolce e Gabbana, da Valentino a Benetton. A Marina Lunga si è ancorato con uno spettacolare mega-gommone nero. A bordo oltre il pastore tedesco, l'ex coniglietta di Playboy Sandra Nilsson. Lo stilista 76 anni, lei 31. I primi scatti che hanno immortalato Cavalli e Sandra insieme sono stati pubblicati due estati fa dal "Daily Mail", riportando anche che lo stilista italiano avrebbe comprato un'isoletta in Svezia da donare alla sua bellissima compagna. Sandra Nilsson, a volte erroneamente indicata come Lina Nilson dai media internazionali, è stata notata da Cavalli dopo il divorzio dalla moglie avvenuto nel 2010.

Nonostante il successo come modella verso la fine degli anni 2000, la carriera di modella di Sandr Nilsson sembra essere tramontata ed è probabile che l'isola sia acquistata per lei dal suo fidanzato quasi come una sorta di consolazione.

I genitori della Nilsson hanno detto ai media locali svedesi che la ragazza divide il suo tempo tra New York e l'Italia, dove 'lavora per Roberto Cavalli'. Sandra, videntemente molto bella, ha vinto numerosi concorsi di bellezza, tra cui il titolo svedese di Miss Hawaiian Tropic, prima di diventare la playmate del mese di Playboy nel mese di gennaio 2008. E chissà che ora Cavalli girando per le Eolie non stia pensando di comprare qualche altro isolotto per la sua bella ex coniglietta: magari Basiluzzo - ideale per una sfilata memorabile - o al limite Strombolicchio.

L'attuale yacht di Roberto Cavalli è un gommone di 17 metri dal nome "Freedom", con uno stile degno del più temibile agente 007, l'imbarcazione si fa notare ed è facilmente riconoscibile. Con un pescaggio minimo e una velocità che può raggiungere i 60 nodi, secondo Cavalli è la barca ideale per solcare il mare nostrum.

Al largo di Basiluzzo a Panarea ha gettato le ancore lo yacht "Indian Empresse", di 95 metri. E' stato costruito dal cantiere olandese Oceanco, coninterni e design esterno realizzato da The A Group. Può ospitare 32 turisti con 30 membri d'equipaggio. Ha una veocità di 14 nodi. Il megayacht era stato realizzato per la famiglia reale Al Mirqab, del Qatar, prima di essere venduto ad un uomo d'affari indiano Vijay Mallya nel 2006. Mallya possiede anche la principessa indiana, di 55 metri costruita da Sterling Yacht & Shipbuilders nel 1986. Il mega yacht di lusso è divenuto famoso per i suoi party stellari a bordo, costellato di tantisisme celebrità.

Soprattutto con i piloti Formula . Il proprietario del team Mallya, li ha invitati per un drink e balli durante il Gran Premio di Turchia a Istanbul, e ha persino organizzato uno spettacolo pirotecnico. Lo yacht dispone di un ascensore, eliporto, palestra, salone di bellezza, sala massaggi ed una suite completa medica. E ancora: una vasca idromassaggio, sauna, bagno turco e anche un pianoforte a mezza coda di Elton John. Mallya ha un patrimonio stimato in un miliardo e mezzo di dollari. L'impero spazia dalla birra alle compagnie aeree, è un brillante oratore, attivo in diversi progetti culturali e imprenditoriali. Molte le iniziative filantropiche di cui è protagonista nel mondo. Grande la sua passione per i motori, come conferma l'impegno in F1 e la sua collezione di oltre 260auto sportive e da corsa distribuite in diversi paesi. Alcune di esse sono ospitate in un museo sul lungomare di Sausalito (California), dove ci sono anche delle barche da gara, perché il miliardario indiano ama tutti i mezzi di trasporto, aerei, treni e yacht compresi.

A Marina Lunga anche "Moneikos" a Lipari, di 62 metri, ha 2 Caterpillar 3516 B (1.825 Kw @ 1600 giri al minuto) ed una velocità di 17 nodi. E' stato costruito nel 2007 ed è registrato a Monaco. Ospita 15 persone e ha 16 membri d'equipaggio. Appartiene a Leonardo Del Vecchio, fondatore di "Luxottica", il secondo uomo più ricco d'Italia, l'imprenditore che si prende cura, e bene, dei propri dipendenti. Dopo aver fatto una fortuna enorme nascondendo mezzo mondo dietro alle lenti dei suoi occhiali da sole, l'italiano Leonardo Del Vecchio di Luxottica si può oggi godere il Mediterraneo a bordo del suo bellissimo "Moneikos", un mega yacht spettacolare tra i veri "regular" del pontile galleggiante delle isole Eolie.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X