Migranti, i sindaci dei Nebrodi in prefettura: "Più dialogo sull'accoglienza"

MESSINA. "Al prefetto chiediamo innanzitutto che lo Stato stabilisca una relazione con i sindaci sul tema dell'accoglienza dei migranti, piuttosto che con le cooperative e gli albergatori. Siamo a favore della concreta applicazione del parametro di 2,5 migranti per mille abitanti e chiederemo quindi che sia seguito effettivamente, in modo che sia fatta la giusta integrazione". Lo ha detto il sindaco di Castell'Umberto (Messina), Lionetto Civa, che oggi ha partecipato alla riunione con il prefetto, insieme agli altri sindaci dei Nebrodi, a Messina.

"Siamo contrari - prosegue - all'invasione e lo Stato deve decidere se vuole andare nei paesi dei migranti ad aiutarli o continuare solo ad accoglierli. Non è possibile avere 7 mila migranti sui Nebrodi, alcuni dei nostri comuni sono considerati tra l'altro aree depresse, con difficoltà nella scuola, nella viabilità, e in tanto altro".

La riunione è stata rinviata in attesa di risposte da parte del ministero degli Interni.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X