TRIBUNALE

Due anni ai domiciliari per rapina, donna di Messina assolta in appello

donna assolta messina, Messina, Cronaca
Tribunale di Messina

MESSINA. La Corte d’appello di Messina ha assolto, per non aver commesso il fatto, Concetta Giorgianni, 53 anni, accusata di rapina e lesioni e condannata in primo grado a 7 anni e 7 mesi e ne ha trascorsi 2 ai domiciliari.

Era stata accusata da una settantasettenne di averla rapinata della pensione sua e del fratello con la scusa di darle un passaggio. La rapinatrice, insieme a una complice, era accusata di aver portato via mille euro. L’anziana aveva riconosciuto Giorgianni come una delle due donne che l’avevano rapinata.

Sia i difensori della donna, Bonaventura Candido e Antonello Scordo, che il Pg hanno chiesto l’assoluzione, fondando la richiesta sulla evidente inattendibilità delle dichiarazioni della persona offesa. «Certamente la nostra assistita avrà ora diritto a presentare il conto allo Stato e noi non le faremo mancare il nostro supporto professionale», ha detto Bonaventura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X