OPERATA AL PAPARDO

Giallo a Messina, spari davanti a un lido: ferita una donna ma non era lei il bersaglio

MESSINA. Una donna, G. C., 34 anni è stata ferita la scorsa notte intorno alle 2 a Messina da due persone che hanno sparato tre colpi di pistola che l’hanno raggiunta mentre si trovava all’esterno di un lido a Messina.

Gli autori del raid si trovavano a bordo di un ciclomotore e hanno sparato dalla pista ciclabile. Non è ancora chiaro se volessero colpire la vittima o abbiamo sparato a casaccio. La donna per le ferite riportate è stata operata al Papardo ma non è in pericolo di vita. I carabinieri che indagano sul caso hanno già interrogato alcuni testimoni.

Secondo i carabinieri, che stanno conducendo le indagini sull'episodio, la donna ferita non era il vero obiettivo degli autori della sparatoria. Gli inquirenti ritengono che probabilmente si tratta di un raid a scopo intimidatorio contro i proprietari del locale, anche se non escludono altre piste diverse da quella del racket.

Secondo alcune testimonianze, la persona che ha sparato non era stata fatta entrare nel locale da uno dei buttafuori e si sarebbe così vendicato indirizzando dei colpi di pistola verso l'ingresso. I proiettili hanno però colpito alle gambe la giovane che si trovava lì casualmente.

Continuano le ricerche dei carabinieri per risalire all'identità del malvivente. Intanto, i gestori del M'ama, nell'augurare pronta guarigione alla ragazza ferita, sottolineano che tutto è avvenuto fuori dal locale "e non crediamo abbia nessuna attinenza con il servizio offerto in quel momento. Non troviamo parole, se non di disgusto e di assoluta condanna, per descrivere l'increscioso evento che mortifica anni di lavoro; ma noi il futuro vogliamo costruirlo qui, contro ogni tipo di criminalità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X