LAVORO

I netturbini di Sant’Agata revocano lo stato di agitazione

di

SANT'AGATA DI MILITELLO. Revocato lo stato di agitazione dei dipendenti impegnati nella raccolta dei rifiuti a Sant’Agata Militello: riceveranno una mensilità. La ditta inoltre solleciterà l’amministrazione comunale al pagamento delle fatture sospese. I 25 lavoratori della Gilma s.r.l. che gestisce, in regime di affidamento per ordinanza, il servizio di igiene urbana nella città, non percepiscono gli emolumenti dal mese di marzo e attendono pertanto la corresponsione di cinque mensilità e la quattordicesima.

A tale scopo, ormai esasperati dal perdurare della criticità, con una nota, sottoscritta dai responsabili sindacali di Cgil e Uil, Carmelo Pino, Pippo Squadrito e Nunzio Musca, inviata ai responsabili dell’azienda, al Prefetto di Messina ed al sindaco Carmelo Sottile, lamentando il mancato pagamento degli stipendi, dal 14 settembre hanno proclamato lo stato di agitazione, che sarebbe potuto sfociare in sciopero. Lo scorso giovedì, l’accordo è stato raggiunto e l’agitazione revocata.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X