MAFIA

Beni confiscati, a Vulcano assegnate due villette ai carabinieri

LIPARI. Due villette confiscate alla mafia a Vulcano sono state assegnate ai carabinieri, altre sei saranno consegnate a breve alle forze dell’ordine ed i restanti tre appartamenti saranno assegnati alle famiglie più bisognose. Lo ha deciso la giunta Giorgianni di Lipari ed è stato annunciato nel corso del consiglio comunale.

Le case sono nel promontorio di Vulcanello e fanno parte del residence «Vulcano Blu». Facevano parte del patrimonio di Giovanni Costa, di Villabate, che nel sistema inventato da Giovanni Sucato, il cosiddetto «mago dei soldi», morto carbonizzato nella sua auto, nel 1996, avrebbe svolto il ruolo di broker. Era latitante a Santo Domingo e fu arrestato nel 2013.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X