L'INCHIESTA

Genovese jr: dimostreremo che è tutto regolare, spero nessun collegamento con la mia elezione

sequestro beni genovese, Francantonio Genovese, Luigi Genovese, Messina, Politica
Luigi Genovese

MESSINA. "Sto già valutando insieme al mio legale di fiducia le iniziative da assumere in sede giudiziaria, certo di dimostrare la linearità e la regolarità della condotta mia e dei miei congiunti nella gestione dei beni di famiglia". Parla Luigi Genovese, eletto a Messina con oltre 17mila preferenze alle ultime regionali, secondo gli inquirenti avrebbe avuto un ruolo determinante nelle operazioni societarie fatte dal padre Francantonio, pure lui indagato, per riciclare grosse quantità di denaro.

"Anche se la tempistica di questo provvedimento può apparire sospetta - aggiunge Genovese jr -, voglio credere che non vi sia alcuna connessione con la mia recente elezione all’Assemblea Regionale Siciliana. Per quanto detto, non consentirò nessuna eventuale strumentalizzazione in chiave politica. Ringrazio le centinaia di persone che già in queste ore mi hanno manifestato grande solidarietà e affetto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X