CONTI PUBBLICI

Debiti al Comune di Messina, potranno essere spalmanti in 20 anni

di

MESSINA. Il Comune potrà spalmare il debito in venti anni. Questo per evitare il dissesto economico. Il comma 494-bis della Legge di Bilancio 2018 accoglie un punto portato avanti dall’amministrazione Accorinti: «Il percorso di riequilibrio finanziario dei Comuni non può essere rigidamente fissato nel tempo massimo di dieci anni ma deve essere adattato alle reali necessità dei singoli Enti Locali e, a seconda dell’entità del debito, potrà variare da quattro a venti anni».

L’assessore al Riequilibrio finanziario e allo Sviluppo economico, Guido Signorino, ha sottolineato: «È la posizione da sempre sostenuta dall’amministrazione Accorinti, sulla quale abbiamo costruito il consenso anzitutto dell’Anci, poi del Governo e infine del Parlamento».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X