L'ASSESSORE

Sgarbi: "Taormina ideale come capitale universale della cultura"

Sgarbi Taormina, Vittorio Sgarbi, Messina, Cultura
Palazzo Duchi di Santo Stefano a Taormina

TAORMINA. «Mi scuso con l’attuale soprintendente ai beni culturali, rileggendo meglio le carte sembra che l’abbattimento della facciata di questo edificio a Largo Avignone non fosse illegale. Non ci sono irregolarità, però quest’area deve essere rispettata e l’intervento deve essere fatto con intelligenza, mantenendo il decoro». Lo dice l'assessore regionale ai beni Culturali Vittorio Sgarbi ieri a Messina per vedere l’area dove di recente è stata abbattuta una facciata del '700. «Cercheremo - prosegue - di convincere i titolari della ditta a fare meno piani, conviene anche a loro meglio fare un palazzo meno alto che affrontare anni di contenziosi».

«Sono un antagonista delle città capitali della cultura, - aggiunge - oggi sono stato a Taormina dove ho annunciato la mia idea di fare della città del Centauro una mia ideale capitale non italiana bensì universale della cultura. Uniremo le iniziative che saranno fatte a Palermo capitale italiana 2018 della Cultura con Taormina che è già capitale».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X