CONTRADA MEZZALORA

Allarme randagismo sui Nebrodi, gli imprenditori: "Paura per le nostre aziende"

di

CESARÒ. Allarme randagismo sui Nebrodi, cresce la preoccupazione a Cesarò per i reiterati attacchi di mute di cani, da ieri i primi interventi dell’amministrazione comunale e del Parco dei Nebrodi. «In contrada Mezzalora- afferma Massimo Fabio, titolare dell’azienda agricola colpita dalle incursioni- nel corso dell’ultimo attacco del 25 febbraio scorso, i cani randagi hanno letteralmente massacrato 12 animali di cui sono state poi trovate le carcasse. In meno di un mese ho perduto circa 55 capi, di cui 25 morti e 30 dispersi».

«La situazione è ormai insostenibile- ribadisce l’imprenditore, originario di Galati Mamertino, che nel mese di febbraio ha presentato tre denunce- temiamo per la nostra incolumità, per quella della gente del posto e degli escursionisti, oltre che per le greggi. Non tutti hanno denunciato, ma fatti analoghi si sono verificati nei comuni di San Teodoro e Caronia».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X