AMBIENTE

Serbatoi di amianto trovati sul lungomare a Messina

di

MESSINA. La città ancora coperta da tetti e serbatoi in amianto spesso dismessi e incivilmente abbandonati per strada, presto potrebbe entrare a far parte della Rete Europea dei comuni liberi da pesticidi. La richiesta dell’assessore all’Ambiente ha messo in moto la procedura.

L’inclusione di Messina nella rete anti-pesticidi, servirebbe attraverso l’introduzione di alternative sostenibili, a tutelare la salute dei cittadini e dell’ambiente garantendo una migliore qualità della vita. Purtroppo la realtà è ben lontana dai buoni propositi che l’amministrazione comunale vorrebbe perseguire.

Ignoti nelle ultime ore hanno compiuto l’ennesimo atto di sciacallaggio ambientale abbandonando serbatoi in amianto e materiale di risulta composto anche da sostanze pericolose, nel centro abitato di Marmora lungo la litoranea nord di Messina.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X