TRIBUNALE

L'omicidio Marchese a Messina, un ergastolo confermato in Cassazione

MESSINA. La Corte di Cassazione ha confermato l’ergastolo per Marcello D’Arrigo, 54 anni, accusato di essere uno dei due mandanti dell’omicidio di Stefano Marchese, ucciso nel 2015 da Gaetano Barbera sul viale Annunziata a Messina nel corso di una guerra di mafia.

Annullato l’ergastolo con rinvio dalla Corte Suprema per l’altro presunto mandante, Rosario Vinci. L'esecuzione di Marchese ucciso con dei colpi di pistola alle spalle fu decisa nell’ambito della guerra fra i clan di Giostra per il controllo delle attività illecite.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X