L'ADDIO

Tragedia a Messina, ragazzino di 16 anni muore d'infarto

di
16enne morto messina, infarto, Messina, Cronaca
Ferdinando Fiorino

Si è consumata tra le mura domestiche la morte di un ragazzino di soli 16 anni stroncato da un infarto a Messina. Si chiamava Ferdinando Fiorino.

Ieri mattina i genitori sono usciti di casa per andare a far la colazione al bar. Al loro rientro la tragica scoperta. Ferdinando era riverso per terra senza vita. I genitori hanno chiamato immediatamente il 118 ma per Ferdinando non c’è stato niente da fare.  Intanto è stata aperta un’indagine della polizia ed è stata disposta un’autopsia sul corpo del ragazzo.

Il padre Toni è un noto imprenditore messinese, gestore dei supermercati Despar di Messina. Il ragazzo era molto impegnato in ambito sociale, era uno studente stimato dai compagni, dagli amici e dagli insegnanti  all’interno del collegio gesuita di Sant’Ignazio a Messina.

Sulla pagina Facebook Collegio S. Ignazio di Messina è stato pubblicato un ultimo pensiero e saluto al ragazzo: “Ciao Ferdi! Ferdinando, studente del nostro Collegio S. Ignazio di Messina, era un ragazzo pieno di vita, entusiasmo, disponibilità. È morto questa mattina. È andato via in fretta, in silenzio, a soli 16 anni. Quest'estate sarebbe partito anche lui, con noi, per Santiago, in cammino. Ma, ci ha preceduto. In qualche modo, ha raccolto l'essenziale, che è sempre nulla, ed è partito. Quando parti per i viaggi più importanti, in fondo, sai che non hai da portare nulla.  Non c'è ragione che serva a capire la morte di un ragazzo. Non ce ne sono, ancora di più, se a morire é un giovane come lui.  Tutte le scuole della nostra Rete, sconvolte, sono vicine agli amici del Collegio S. Ignazio, alla famiglia di Ferdinando, ai suoi compagni di classe e agli amici. A Cristo - e a Lui Crocifisso -, a Lui, che da uomo affronta la stessa morte d'ogni uomo, con tutto il suo non-senso, alziamo il nostro grido "umano": "Perchè"? In questo momento, ci sostenga Lui, con la Sua amicizia. Ci illumini, nel buio dell'interrogativo più radicale, con il dono della fede. Ci dia forza per sperare, contro ogni disperazione, con la forza del suo amore.  E, da oggi, Ferdinando, veglia, davvero, anche tu, sul nostro cammino. Prega per noi. Continua ad essere fedele compagno di strada. E aiutaci a crescere e a capire che la vita è una ed è preziosa. Aiutaci a custodirla. Guardaci da lassù. Impareremo a riconoscere nel cielo il tuo sorriso. Buon cammino, fratello, verso il cielo!”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X