GUARDIA COSTIERA

Trecento chili di pesce non tracciabile a Villafranca Tirrena, scatta il sequestro

Sono stati fermati due furgoni al casello di Villafranca tirrena con dentro 300 chili di prodotti ittici. Nei giorni scorsi il personale dipendente della capitaneria di porto di Milazzo, con il personale della polizia stradale del distaccamento di Barcellona Pozzo di Gotto hanno sequestrato il contenuto dei furgoni, per violazione della vigente normativa nazionale e comunitaria che disciplina la tracciabilità del prodotto.

I conducenti dei mezzi di trasporto sono stati multati per un totale di 3.000 euro. I prodotti sequestrati non sono stati ritenuti idonei al consumo umano perché sprovvisti delle etichette relative alla provenienza e pertanto destinato alla distruzione.

"La disciplina normativa nazionale e comunitaria prevede, infatti, un sistema di etichettatura del prodotto ittico che segue lo stesso dal momento dello sbarco e lungo tutta la filiera commerciale, tale che gli organi di vigilanza siano nelle condizioni in qualsiasi momento di verificarne la provenienza e la destinazione - spiegano in una nota della Capitaneria di porto di Milazzo -  Tale sistema di tracciabilità, inoltre, obbliga i produttori primari ed i vari soggetti della filiera commerciale a fornire, in ogni fase della commercializzazione, tutte le informazioni utili sul prodotto, denominazione commerciale, zona di cattura, metodo di produzione".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X