L'INCHIESTA

Corruzione a Messina, in 17 rinviati a giudizio

corruzione messina, inchiesta terzo livello messina, Messina, Cronaca
Emilia Barrile, ex presidente del Consiglio comunale di Messina

Il gup di Messina ha rinviato a giudizio 17 persone coinvolte nell'inchiesta "Terzo Livello", che accertò l’esistenza di un comitato d’affari composto da professionisti, politici ed esponenti della criminalità che gestivano la cosa pubblica.

Gli indagati rispondono, a vario titolo, di associazione a delinquere, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, induzione indebita, corruzione, accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, intestazione fittizia di beni.

Sono stati rinviati a giudizio l’ex presidente del consiglio Emilia Barrile, i manager pubblici Leonardo Termini e Daniele De Almagro, l’ex dirigente comunale di Milazzo Francesco Clemente e il costruttore mamertino Vincenzo Pergolizzi, insieme alle figlie Teresa, Stefania e Sonia, Angelo e Giuseppe Pernicone, Michele Adige,il commercialista Marco Ardizzone, Elio Cordaro,Tony Fiorino,Giovanni Luciano, Vincenza Merlino e Carmelo Pullia.

L’unica a chiedere il giudizio abbreviato è stata Angela Costa, mentre Sergio Bommarito della «Fire» ha chiesto di usufruire della «messa alla prova ai servizi sociali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X