TRASPORTI

Nello Stretto di Messina una nuova motonave a basso impatto ambientale

caronte e tourist, Messina, Economia
Foto Archivio

L'acquisto di una motonave bidirezionale, con doppia alimentazione (gasolio e Lng, gas naturale liquefatto), il primo traghetto a navigare nel Mediterraneo alimentato con un carburante a bassissimo impatto ambientale, destinato ad operare nello Stretto di Messina sulla tratta Rada S. Francesco-Villa S. Giovanni. È questa la finalità del finanziamento a medio termine di circa 20 milioni di euro messi a disposizione da UniCredit e da Mediocredito Italiano - Gruppo Intesa Sanpaolo, in pool paritetico, con Banca Imi e UniCredit che hanno operato quali mandated lead arranger, a favore di Caronte & Tourist Spa, tra le più conosciute protagoniste dell'industria armatoriale italiana, per la costruzione della nave "Elio".

Il finanziamento è articolato in una linea di credito concessa a favore della Caronte & Tourist Spa, volto a finanziare una parte del costo di acquisto del traghetto realizzato presso i cantieri turchi Sefine Denizcilik e abilitato al trasporto massimo di 1.500 passeggeri.

Il finanziamento in pool ha fruito, in parte del funding agevolato accordato dalla Bei per investimenti effettuati dalle Mid Cap.

La Caronte & Tourist Spa è una società di navigazione privata con oltre mille dipendenti derivante dalla fusione di due società storiche di trasporti marittimi, la calabrese Caronte Spa e la siciliana Tourist Ferry Boat Spa, entrambe attive da oltre cinquant'anni con le loro flotte nel traghettamento dello Stretto di Messina.

C&T è presente inoltre nel cabotaggio con la linea Messina-Salerno e attraverso Siremar-Caronte&Tourist isole Minori, assicura i collegamenti con le isole minori siciliane.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X