CONSIGLIO

Servizi sociali, il Comune di Messina stabilizzerà 500 lavoratori

di

La maggioranza del Consiglio comunale dice sì alla nuova gestione dei servizi sociali. L’aula ha approvato le delibere che faranno transitare 500 dipendenti circa dalle cooperative private sociali alla nuova società che si occuperà del settore.

A dire no con l’astensione gli esponenti del movimento Cinquestelle e i consiglieri del Pd Antonella Russo, Gaetano Gennaro e Felice Calabrò. Via libera anche alla riorganizzazione e razionalizzazione di Comune e partecipate (29 presenti, 17 favorevoli e 12 astenuti, la proposta passa), quella sul baratto amministrativo (28 presenti, 17 favorevoli 11 astenuti, passa anche questa), quindi razionalizzazione risorse extracomunali (28 presenti, 16 favorevoli, 12 astenuti, passa), e per ultima quella sullo schema di accordo coi creditori.

Sui servizi sociali il provvedimento prevede il superamento del sistema delle cooperative, la salvaguardia dei livelli occupazionali e il recupero di circa due milioni di euro annui da rinvestire sul delicato comparto dei servizi erogati ai cittadini meno fortunati e di cui si rifarà una puntuale mappatura.

L’articolo completo nell’edizione della Sicilia orientale del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X