Stretto di Messina: le immagini di Trinacria, la nuove nave di Blueferries

È stata inaugurata questa mattina nel porto di Messina la nuova nave Trinacria di Bluferries, controllata di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), per il servizio di traghettamento nello Stretto.

Lunga 104 metri e larga 18 metri, sarà operativa da dicembre 2018 e offrirà servizi per il trasporto di passeggeri e merci tra Messina e Villa San Giovanni. Al taglio del nastro della nuova nave hanno partecipato Domenico Battaglia Consigliere Regione Calabria, Giovanni Siclari sindaco di Villa San Giovanni, Cateno De Luca sindaco di Messina, Claudia Cattani Presidente di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile Amministratore Delegato e Direttore Generale di Rete Ferroviaria Italiana, Vera Fiorani Presidente di Bluferries e Giuseppe Sciumè Amministratore Delegato di Bluferries.

La nave traghetto può trasportare fino a 400 persone e un massimo di 23 tir o 150 autoveicoli. Realizzata in Grecia dalla Ocean Freedom Shipping Company, Trinacriasi caratterizza per i consumi di carburante ridotti del 30% e per le emissioni di CO2 inferiori del 50%. Gli arredi interni sono stati pensati per garantire ai viaggiatori il massimo comfort. Il ponte-salone, caratterizzato da spazi ampi e luminosi, è dotato anche di una zona bar e ospita 285 posti a sedere, con tre postazioni dedicate alle persone a ridotta mobilità (PRM). Altre sedute sono presenti all’esterno, divise tra poppa e prua.

L’investimento economico è di 14,5 milioni di euro, autofinanziati da Bluferries. L’arrivo della nuova nave conferma l’impegno e la grande attenzione del Gruppo FS Italiane e di RFI per la navigazione nello Stretto di Messina e, più in generale, per il Sud.

Nel 2020 Bluferries completerà il rinnovo della flotta navale con l’arrivo di un’altra nave traghetto. “Per gli investimenti sulla rete regionale – ha dichiarato Maurizio Gentile, AD di RFI - noi abbiamo sul contratto di programma ben 14 miliardi di euro; 2 miliardi e 300 milioni riguardano il raddoppio tra Messina e Catania nel tratto tra Giampilieri e Fiumefreddo. Il 29 di novembre apriremo la conferenza dei servizi per l'approvazione del progetto definitivo.

Nella prima meta' di dicembre si avvieranno concretamente i lavori tra Catania Bicocca e Catenanuova che e' il primo lotto del raddoppio tra Catania e Palermo e apriremo nei primi mesi del 2019 anche la conferenza dei servizi per un ulteriore lotto fino a Dittaino”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X