TRAGEDIA SULLA A18

Incidente a catena sulla Catania-Messina: 3 morti e 4 feriti, poliziotto travolto durante i rilievi

Ancora una tragedia sulle strade siciliane. Un terribile incidente questa notte intorno alle 4 sull'autostrada A18 Catania-Messina, ha provocato la morte di tre persone mentre altre quattro sono rimaste ferite.

Nell'impatto, avvenuto all'altezza di contrada Siberia di Itala Marina a 200 metri dall'uscita della galleria Nuritello, sono rimasti coinvolti un Tir e un'auto.

Una delle vittime è un agente della polizia stradale di Messina, Angelo Spadaro, 55 anni, che si trovava sul posto per un precedente incidente. Il poliziotto era sceso con un collega, rimasto ferito e ricoverato in ospedale ma non in pericolo di vita, per dei rilievi su incidente sulla A18 che aveva coinvolto un autoarticolato e un'auto.

Angelo Spadaro lascia i genitori, una sorella ed un fratello, Ispettore della polizia che presta servizio a Messina. Sono Rosa Biviera, 80 anni, di Bovalino (Reggio Calabria) e Salvatore Caschetto, 42 anni, camionista originario di Modica (Ragusa).

All'improvviso, sono stati falciati da un Tir in un tamponamento a catena che ha coinvolto altri quattro camion, un'altra auto e una moto.

Oltre al poliziotto sono deceduti una donna, che era su una della due auto, e un camionista. Sull'accaduto la Procura di Messina ha aperto un'inchiesta.

L'autostrada A/18 è rimasta chiusa nel tratto Catania-Messina al km, 23 con uscita obbligatoria, allo svincolo di Roccalumera.

Secondo la polizia stradale la responsabilità dell’incidente sarebbe stata la presenza di gasolio nella carreggiata dell’autostrada in direzione di Messina. Nell’incidente coinvolti sei camion, due auto e un motociclo.

Inizialmente c'è stato un tir che è scivolato per la presenza del gasolio sul manto stradale, poi gli altri mezzi sono sopraggiunti in seguito impattando tra loro. Una volante della polizia si è fermata sul posto e un agente è sceso per effettuare i primi rilievi e per fermare gli altri mezzi che stavano arrivando, quando è stato investito da un altro autoarticolato che non è riuscito a frenare in tempo. Un uomo che era alla guida di un tir è sceso per prestare soccorso quando è stato a sua volta investito da un altro camion e poi è morto. Infine una donna anziana, avrebbe investito un’altra auto e poi è deceduta in ospedale. La Procura di Messina ha aperto un’inchiesta sull'incidente.

Il capo della polizia Franco Gabrielli esprime "profondo cordoglio" e "commossa vicinanza" ai familiari dell'assistente capo della polizia e ai familiari delle altre due vittime che viaggiavano a bordo di altri veicoli coinvolti nello scontro.

Gabrielli ha espresso inoltre un augurio di pronta guarigione all'altro componente della pattuglia della polizia stradale, assistente capo Giuseppe Muscolino, rimasto ferito e ricoverato in ospedale nonché alle altre persone coinvolte nell'incidente.

«A nome del Governo regionale e mio personale, desidero esprimere il più sentito cordoglio, al quale unisco la vicinanza della comunità siciliana alle famiglie del poliziotto morto e delle altre due vittime coinvolte». Lo dichiara, in una nota, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

«Un affettuoso pensiero di pronta guarigione - aggiunge il governatore - va anche all’altro agente della pattuglia rimasto ferito nell’espletamento del servizio, con l’augurio che possa essere presto restituito all’amore dei propri cari e ritornare al lavoro. Un caloroso ringraziamento, infine, lo voglio rivolgere a tutti gli uomini e le donne in divisa che, quotidianamente e con dedizione, vigilano sulla nostra sicurezza».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X