stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Messina, mille lavoratori per gli appalti pubblici rischiano il posto
LA VERTENZA

Messina, mille lavoratori per gli appalti pubblici rischiano il posto

di

MESSINA. Un migliaio in tutta la provincia i lavoratori degli appalti pubblici di ristorazione e turismo preoccupati per la perdita del posto di lavoro e poi gli ottanta operatori delle mense scolastiche comunali, 200 ex Lsu delle pulizie nelle scuole, i 200 dell’agenzia di vigilanza Ksm: sono giorni di angoscia per centinaia di famiglie.

Oggi al via la prima protesta. Cominceranno i lavoratori di diversi servizi in appalto e di addetti che rientrano nel comparto turistico nello sciopero nazionale indetto da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e UilTucs UilTrasporti per gli occupati nei settori pubblici esercizi come bar e ristoranti, ristorazione collettiva, agenzie di viaggio, imprese di pulizia. Alla base della forte azione decisa dalle organizzazioni sindacali la rottura delle trattative per il rinnovo dei rispettivi contratti nazionali.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X