stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Rifiuti, a Messina compattatori fermi e già pieni
EMERGENZA

Rifiuti, a Messina compattatori fermi e già pieni

di

MESSINA. L'emergenza rifiuti nel capoluogo potrebbe essere scongiurata nelle prossime ore. Dalla Regione - come annunciato ieri sera dall'assessore comunale all'Ambiente Daniele Ialacqua - sta per arrivare il via libera per scaricare i rifiuti solidi urbani fuori provincia. A meno di sorprese al sito di Grotte San Giorgio, nel catanese, dove Palazzo Zanca ha fatto richiesta da 24 ore circa. Il sindaco Accorinti, ieri pomeriggio, ha parlato direttamente con il governatore Rosario Crocetta che aveva rassicurato sull'invio in tempi rapidi del fax regionale con l'ok per il trasferimento degli autocompattatori della Messinambiente alla discarica catanese.

Alle 20,15 di ieri il commissario della società, Alessio Ciacci, segnalava che i mezzi non potevano partire perché l'atto non era ancora stato inviato al Comune. Due giorni fa su richiesta della procura di Barcellona di Pozzo di Gotto il sequestro della discarica di Mazzarrà Sant'Andrea dove smaltiva i rifiuti anche Messina e una novantina di comuni della zona tirrenica. Secondo l'accusa il sito era divenuto pericoloso e non poteva continuare a "ingoiare" quotidianamente centinaia e centinaia di tonnellate d'immondizia. Ialacqua ha detto: "Non siamo ancora in emergenza ma se non riusciremo a smaltire entro oggi lo saremo, continuo a invitare i cittadini ad aumentare la differenziata, non c'è ancora spazzatura in strada ma a breve inizieranno le criticità. È comunque importante rivedere la strategia di raccolta arrivando a rifiuti zero".

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI MESSINA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X