stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Truffa in agricoltura, nuova condanna a Tortorici
CORTE DEI CONTI

Truffa in agricoltura, nuova condanna a Tortorici

di
Per incassare tra il 2008 e il 2011 fondi comunitari avrebbe dichiarato la disponibilità di terreni appartenenti al Comune

TORTORICI. Per incassare tra il 2008 e il 2011 fondi comunitari destinati alle aziende agricole avrebbe dichiarato la disponibilità di terreni in realtà appartenenti al Comune di Tortorici, al Demanio regionale e a privati che, ascoltati dai militari della guardia di finanza, avevano dichiarato "di non conoscere il convenuto e di non aver mai stipulato con lo stesso alcun contratto di affitto, di comodato e financo accordi verbali riguardo la concessione allo stesso della disponibilità dei terreni in loro proprietà".

Ora Calogero Galati Rando, 27 anni, imprenditore agricolo di Tortorici, originario di Paternò, è stato condannato dalla Corte dei conti a restituire all'Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) tutti i contributi incassati, 36.164 euro, oltre alla rivalutazione monetaria, gli interessi legali e 198 euro per spese di giudizio. La sentenza (1273/2014) è stata pronunciata dalla Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana che si è basata sui risultati delle indagini condotte dal Nucleo di polizia tributaria di Capo D'Orlando. Gli investigatori avrebbero accertato che in tutte le domande di pagamento presentate tra il 2008 ed il 2001 Galati Rando "indicava una superficie aziendale maggiore rispetto a quella per la quale lo stesso aveva un legittimo titolo di conduzione".

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI MESSINA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X