stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Martedì nero: altre vittime a Ragusa e nel Messinese
INCIDENTI

Martedì nero: altre vittime a Ragusa e nel Messinese

Necessario l'intervento dei vigili del fuoco per estrarre dall'abitacolo della Fiat Uno il passeggero che è stato trasportato in ospedale. Per il conducente invece nulla da fare: è deceduto sul colpo

RAGUSA. Un martedì che si tinge di nero: in meno di 24 ore si contano tre vittime per le strade siciliane. Gli ultimi tragici episodi, in cui hanno perso la vita altre due persone, sono avvenuti a Ragusa e a Giardini Naxos, in provincia di Messina.

In uno scontro frontale tra due auto, avvenuto sulla strada provinciale Ragusa-Caltagirone, il bilancio è di un morto e un ferito. È stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per estrarre dall'abitacolo della Fiat Uno il passeggero che è stato trasportato in ospedale, per il conducente invece nulla da fare: è deceduto sul colpo. La vittima si chiamava Francesco Frasca, 34 anni, originario di Giarratana.

Nel Messinese, invece, un uomo di 55 anni, Orazio Scandurra, è morto in un incidente stradale la scorsa notte cadendo con la sua auto in un burrone nel tratto di strada della statale 114 subito dopo Giardini Naxos. L'uomo, secondo una prima ricostruzione sarebbe uscito fuori strada, perchè colto da un da un malore, sfondando il guard-rail.

Nella tarda serata di ieria Palermo ha perso la vita anche un giovane di 18 anni. Giuseppe Modica era sullo scooter Honda SH 300 in via Attinelli, al Cep. Con lui c'era l'amico inseparabile Manuel Di Caccamo. A dare l'allarme sono stati alcuni residenti.

Il giovane viveva tra Monreale e via Brunelleschi. Manuel Di Caccamo 20 anni che vive a Borgo Nuovo si trova ricoverato in seconda rianimazione all'ospedale Civico le sue condizioni sono molto gravi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X