stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Truffa alle assicurazioni a Barcellona, assolti i medici coinvolti

di
Cadono tutte le accuse per Bernardino Giuseppe Salamone, Giuseppe Milone, Claudio Aliberti e Domenico Giunta, il Gip: non hanno commesso il fatto

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. Sono stati assolti con formula piena i medici coinvolti nell'operazione "Indennizzo" sulle presunte truffe alle compagnie assicurative. Bernardino Giuseppe Salamone, Giuseppe Milone, Claudio Aliberti e Domenico Giunta sono stati assolti dal gip Salvatore Pugliese per non aver commesso il fatto. Per Giovanni Luciano Impalà è stata l'assoluzione per difetto di procedibilità, mentre l'unica condanna per associazione è stata comminata a Mara Cosimini, condannata ad un anno e mezzo, con un aumento della pena richiesta dal pubblico ministero Francesco Massara, che aveva avanzato una proposta di un un anno e 2 mesi.

Nella requisitoria il procuratore capo facente funzioni di Barcellona aveva avanzato pesanti richieste anche a carico dei medici ortopedici, con 5 anni nei confronti di Bernardino Giuseppe Salamone e Giuseppe Milone, 4 anni per Claudio Aliberti e 1 anno e 4 mesi per Domenico Giunta, accusati di aver favorito la truffa assicurative, attestando fase diagnosi dopo sinistri automobilistici ritenuti falsi dagli investigatori. Il collegio di difesa, composto dagli avvocati Paolo Pino, Pinuccio Calabrò, Giusy Rivoli, Paolo Pino e Giovanni Cicala, ha dimostrato la corretta condotta dei medici, che sono stati assolti da ogni accusa con la formula piena. La parte civile era rappresentata dall'avvocato Domenico Siracusa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X