stampa
Dimensione testo
IL CASO

Messina, guasto alla condotta riparato: acqua in arrivo, ma restano i disagi

Il sindaco: i tecnici Amam hanno lavorato tutta la notte sulla condotta di Fiumefreddo

MESSINA. "Già dalle nove di oggi potrebbe riprendere l'erogazione dell'acqua, i tecnici Amam hanno lavorato tutta la notte sulla condotta di Fiumefreddo e ora il guasto dovrebbe essere riparato".

A comunicarlo è il sindaco di Messina Renato Accorinti che sottolinea: "Ritengo che tra oggi e domani - l'acqua dovrebbe arrivare nelle case. Anche il bypass che stiamo realizzando tra l'acquedotto dell'Alcantara e quello di Fiumefreddo - prosegue - dovrebbe essere pronto in giornata. E' stata un'emergenza incredibile e non vogliamo che accada più per questo chiederemo comunque lo stato di calamità affinché arrivino i fondi per mettere in sicurezza la condotta in ogni punto. Ora andrò all' Anci nazionale a Torino e da li chiederò con forza un aiuto per la città di Messina".

L'AMAM. "Nonostante la condotta di Fiumefreddo sia stata riparata e sia iniziata l'erogazione dell'acqua, ci vorranno almeno 12 ore prima che arrivi nelle case dei messinesi". Lo dice Leonardo Termini presidente dell'Amam, l'azienda Meridionale acque confermando che l'emergenza idrica nella città dello Stretto potrebbe finire a breve. Proseguono dunque in molti rioni della città i disagi e sono ancora numerose le persone in fila con i bidoni per prendere dalle cisterne l'acqua. Prospera anche il mercato nero e diversi cittadini sono stati costretti anche a sborsare 500 euro per duemila litri d'acqua. La Guardia di Finanza è intervenuta a tutela dei cittadini nella delicata situazione dell'emergenza. Il Comando Provinciale ha predisposto un piano di interventi per contrastare le manovre speculative.

GLI AIUTI. Anche il ministero della Difesa segue l'evolversi della crisi idrica a Messina, dove sono già operative delle autobotti dell'esercito. Il ministro Roberta Pinotti ha dato disposizioni alla Marina Militare di tenersi pronta ad intervenire con la nave cisterna Ticino, che ha una capacità di trasporto di 1.200 metri cubi d'acqua, che è attualmente dislocata ad Augusta (Siracusa).  Al momento le richieste ufficiali di richiesta di intervento, avanzate a livello locale, riguardano soltanto le autobotti della Brigata Aosta dell'Esercito che già da ieri sera stanno fornendo acqua in più punti indicati dalle autorità locale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X